Awwwards

Il blogging per portare visite al sito web

Prima ancora di un sito web graficamente eclatante, i web designer si sentono richiedere dai clienti: “Come posso raggiungere le prime posizioni dei motori di ricerca, e ricevere tante visite?”

Ciò significa che chi sta costruendo un proprio business su internet comprende che la sola qualità estetica è inutile, se il sito internet non è visitato da un numero ragguardevole di utenti (e, aggiungo, tali visitatori non sono coinvolti in una qualche forma di interazione).

La migliore risposta al quesito è: scrivete! Tradotto in internet, fate blogging.

Il blog è il più grande alleato nella costruzione di un business su web.
Ci sono 3 grandi vantaggi ad associare un blog al proprio sito web:

  1. Inserire contenuti aiuta i motori di ricerca ad indicizzare il sito, garantendo traffico target e migliorando il posizionamento;
  2. dimostri chiaramente il grado di competenza raggiunto nel tuo settore, dispensando gratuitamente guide o consigli utili;
  3. puoi posizionare strategicamente negli articoli banner o call-to-action verso i tuoi prodotti/servizi.

google analytics

google analytics

Nel mese di marzo 2012, il mio articolo sui temi wordpress gratuiti per fotografi ha generato da solo il 14,8% delle visualizzazioni di pagina uniche:

Come promuovere il proprio sito web con il blog, in 5 punti

1. Ottimizzare gli articoli per i motori di ricerca

Abbiamo detto che i contenuti aiutano a migliorare il posizionamento. Sinceratevi che nel titolo siano presenti le parole chiave che volete potenziare, inserite title (max 70 caratteri) e description (max 150 caratteri, compreso il punto finale) mentre potete trascurare le keywords. Se avete inserito link esterni, ricordatevi di inserire il title sul tag < a >.

2. Sfruttate i social media

Ogni articolo dovrebbe avere ben visibili i pulsanti di condivisione sui social. Personalmente, credo che AddThis sia il plugin più completo al momento. Segnalate voi stessi gli articoli sui vostri canali, e chiedete agli utenti di condividere a loro volta, se reputate che i contenuti siano particolarmente degni di interesse.

3. Interagite su altri blog

Tanti articoli in rete possono rappresentare una buona partenza per una discussione che può proseguire sul vostro blog. Costruite relazioni con altri esperti in materia, magari ospitandoli sul vostro sito chiedendo di concedervi un’intervista o di scrivere per voi. In questo modo sfrutterete anche il loro network di lettori. Credo che qualunque professionista che opera nel vostro settore sia lusingato nel ricevere attenzioni e/o complimenti da un collega.

4. Curate la grafica, e la formattazione.

Non volete che il buon flusso di traffico che avete conquistato sui motori di ricerca faccia fuggire i visitatori, spaventati da temi grafici sconclusionati, banner pubblicitari oppressivi e foto paurosamente pixellate. Il fratello dell’amico che lavora dopo cena vi può aiutare per il blog della squadra di calcetto; quando si tratta del vostro business, affidatevi ad un professionista.

5. Il contenuto domina

Il focus su cui vi dovete concentrare rimane la qualità dei contenuti. Sforzatevi di scrivere cose interessanti, risolvete problemi, pubblicate articoli degli di essere ricordati, e condivisi. Una buona pratica può essere quella di scrivere le risposte alle domande che vi fanno con più frequenza i vostri potenziali clienti.
Se il vostro settore ve lo permettete, provate anche a pubblicare prodotti digitali gratuiti: i visitatori ne andranno entusiasti.

Nessun commento. Vuoi essere il primo?

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: